Spot Natale 2017: Panettone tormentone.

Si sa. A Natale si è tutti più buoni. Ma ormai siamo nel 2018 e possiamo
tornare a essere pungenti e critici anche con le agenzie creative. Abbiamo
raccolto quelli che sono stati i 3 spot natalizi che nel bene o nel male ci
hanno fatto venire voglia di panettone o pandoro…o almeno avrebbero
dovuto farlo!

Spot Bauli Natale 2017: 2Sorelle

Bauli, l’azienda italiana fra le più storiche nella produzione di dolci, ha deciso di
affidarsi per la produzione dello spot natalizio 2017 all’agenzia creativa McCann. Il
concept ha dato vita ad un piccolo cortometraggio “2Sorelle” per la regia di Paolo
Genovese. Lo spot, per l’appunto, mette in scena la storia di due sorelle, che durante
una tradizionale cena di Natale litigano (con tanto di pathos da schiaffo) per una fetta
di pandoro Bauli. Gli amanti del lieto fine possono stare tranquilli: le due si
riconcilieranno proprio grazie alla condivisione di un’altra fetta del dolce veronese.
La campagna pubblicitaria natalizia è stata completata dalla creazione della pagina
web in cui gli utenti potevano lasciare una dedica di
auguri. I migliori sono stati scelti per una campagna di affissioni per le vie di Roma e
Milano.

Spot Motta Natale 2017: #ComeUnCanditoaNatale

Motta, altro caposaldo nella produzione di panettoni, rompe decisamente gli schemi
proponendo l’idea dell’agenzia creativa Saatchi & Saatchi. Lo spot presenta un vero e
proprio videoclip che si apre a seguito della richiesta della virale bambina Buondì di
un “videoclip pieno di sentimenti autentici che possa coniugare sano buonismo
natalizio con la capacità di riabilitare tutti gli eterni esclusi”. Il protagonista quindi è
un povero candito scartato da tutti, che cerca un riscatto sociale contro ogni strategia
di eliminazione sistematica dalle fette di panettone. La call to action finale, infatti,
prende le parti dei poveri canditi bisfrattati: “scartate i regali e non i canditi”. Inutile
dire che il ritornello accattivante e il messaggio non canonico ha avuto successo. La
strategia di comunicazione di Motta prevedeva anche l’apertura di una temporary
page su Facebook che invitava gli utenti a descrivere le situazioni in cui si sono
sentiti esclusi sotto l’hashtag #ComeUnCanditoaNatale.

Spot Balocco Natale 2017: Buoni da generazioni

Decisamente più in linea con i cliché della comunicazione natalizia lo spot
dell’azienda Balocco firmato dall’agenzia creativa Sunny Milano. La campagna si
avvale di tre episodi girati da Daniele Lucchetti, uno per ogni prodotto della linea
natalizia, che ripropongono delle scenette fra il Signor Balocco e suo nipote. Lo spot
qui diventa occasione per tramandare i valori cardine dell’azienda nella calda
atmosfera famigliare delle feste. Qualità, tradizione e famiglia riecheggiano anche
nell’ormai consueto claim presente a fine di ogni episodio “Buonissimo Signor
Balocco!”.

Se dunque finora ci siamo limitati a chiedere “Panettone o Pandoro?”, a questo punto
la vera domanda sembra essere “Chi promuove meglio Panettone o Pandoro?”.